chi siamo
in bottega attività culturali cittadini scuole e associazioni aziende e PA
 


I produttori del commercio equo nell'abbigliamento solidale
Con il circuito del commercio equo e solidale arrivano prodotti da ogni parte del mondo, Asia, Africa e America Latina: sono filiere corte, basate su relazioni strette e su progetti ecosostenibili.
Cotone organico / Bio, coloranti naturali o AZO Free, filiere certificate eco e equo.

 

Craft Aid - Mauritius - maglieria in cotone organico
 

Craft Aid compra la tela proveniente da cotone bio certificato da Agrocel, in India, che assicura la tracciabilità del prodotto Fair Trade.
Agrocel infatti  è una filiera integrata, appoggiata direttamente da Traidcraft Inglese che lavora il  cotone coltivato nelle zone di Mumbay  per produrre filato e tessuto. Garantisce la certificazione Bio e Fair Trade del prodotto e della filiera.

Craft Aid, nelle Mauritius  dà lavoro a persone con handicap  e a donne che sono l’unico sostegno alla famiglia.
Una sfida perché creare laboratori di confezione tessile alle Mauritius significa anche porsi direttamente in concorrenza etica e commerciale con le grosse industrie del settore che lì hanno delocalizzato la produzione.

   
BASE - Bangladesh - abbigliamento in cotone e seta

BaSE coinvolge soggetti che si trovano in una condizione di doppio svantaggio: essere donne e vivere in villaggi rurali isolati. Alla possibilità di reddito creata direttamente dalla propria attività, BaSE affianca una serie di programmi sociali. Vengono organizzati corsi di formazione sui temi dei diritti umani e del sostegno legale, salute ed educazione per bambini, informatica, allevamento e piscicoltura e sono stati istituiti fondi rotativi, basati sui gruppi di artigiane, ai quali ogni donna può fare ricorso per necessità come la scuola, spese mediche o altri eventi straordinari

Le donne di BaSE producono abbigliamento in cotone e seta, tessili per la casa impreziositi dai ricami Khanta, articoli in juta e foglie di palma. Sono 13 i gruppi di produttori, della zona sud occidentale del Bagladesh, e danno lavoro a circa 5000 donne dei villaggi rurali.

   
ALLPA - Perù - pregiati materiali naturali, design etnico-urbano, artigianalità - Perù - pregiati materiali naturali, design etnico-urbano, artigianalità
 

Allpa è un’impresa che si occupa della promozione e della vendita dei prodotti artigianali peruviani provenienti da piccoli laboratori in differenti aree del Perù.
Nasce nel 1981 come progetto sostenuto dall’Organizzazione Non Governativa IPID (Istituto peruviano di ricerca e sviluppo) e nel 1986 diventa un’impresa partecipata al 50% dall’IPID e da privati.

Allpa stabilisce rapporti commerciali sia con le organizzazioni del commercio equo sia con operatori del mercato convenzionale, allo scopo di supportare l’accesso al mercato nazionale e internazionale dei prodotti degli artigiani (soprattutto rurali) e di incrementare le loro opportunità di visibilità ed espansione nel mercato.

Inizialmente la ricca tradizione artigianale peruviana è stata la base forte del lavoro di Allpa, che recentemente si è però impegnata nella ricerca e nello sviluppo di nuovi prodotti per portare la tradizione ad incontrare il mercato.

L’alpaca è una lana pregiata perché oltre ad essere calda e morbida non infeltrisce e non dà allergie. L’alpaca lavorata da gruppi di magliaie degli altopiani andini, dà corpo a consistenze diverse, nei  capi di abbigliamento gonne, ponchos, cardigan, sciarpe, che affondano le loro radici nell’etnico, ma è pensata per un gusto contemporaneo e metropolitano

   
MADHYA KALIKATA SHILPANGAN (MKS) - Calcutta - India - borse e pelletteria in pelle
 

Le borse e accessori in pelle sono realizzate da una cooperativa di 23 artigiani a Calcutta in India.
Questa organizzazione, che segue i principi del commercio equo  - MKS - sostiene un programma di attività a favore  artigiani e artigiane impegnati nella lavorazione tradizionale di pelle.
.

Dà valore alle attività artigianali tradizionali dell’India, dove ogni villaggio sviluppa un suo artigianato particolare, unico nello stile, nel design e nell’arte, che spesso vengono soppiantate dalle lavorazioni industriali.
La pelle è conciata e colorata a Calcutta da organizzazioni selezionate da MKS, rispettose dell'ambiente e della salute dei lavoratori.

MKS sviluppa lavoro nei villaggi, evitando il loro impoverimento e l’emigrazione.
La suapolitica è quella tipica dei  progetti di commercio equo: agli artigiani offre assistenza finanziaria con prestiti per il rinnovo delle attrezzature e investimenti, facilita l’accesso al mercato nazionale e estero,  svolge attività nel settore dei diritti umani e della formazione, cura il rispetto dell’ambiente e della salute dei lavoratori.
Attraverso la rete del commercio equo solidale arriva con i suoi prodotti in USA, Giappone, Europa (Austria, Germania, Olanda, Italia Equomercato e Altromercato).

   
CREATIVE - MOMBAY - INDIA
  Creative è un partner storico del Consorzio Altromercato ed è il maggior fornitore di abbigliamento e accessori persona. Grazie agli investimenti da parte del Consorzio in questo settore (prodotti, qualità, tipologie di negozi), Creative ha ricevuto un progressivo aumento del valore degli ordini, passati da 10.000 euro nel 2003 a 180.000 euro nel 2013.
Creative, nel corso di questi anni, ha così potuto migliorare le proprie strutture nello slum di Mumbai (dal sistema fognario, alla viabilità, ai servizi).
Lo scorso anno è stato fatto uno studio per valutare l'impatto sulle condizioni di vita delle donne in questi dieci anni: prima di lavorare con Creative l'80% delle artigiane non aveva nessun introito, mentre ora le artigiane hanno acquisito una posizione importante nelle decisioni che riguardano la gestione della famiglia e vi danno un contributo sostanziale.
In concreto, dopo aver iniziato a lavorare con Creative, ora il 34,4% possiede un frigo, rispetto al 7,8% di prima; il 74,2% utilizza il gas in casa (prima era il 16%) e l'83,8% possiede la televisione. Oggi l'80% degli artigiani ha potuto acquistare una casa e ridurre i prestiti; il 39% ha un'assicurazione medica e l'87,4% delle donne può fare controlli medici periodici (prima lo poteva fare solo il 4,2%) proposti dall'organizzazione stessa.
   

 

   
Il SANDALO bottega del commercio equo e solidale
Corso Italia, 58 angono Vicolo Santa Marta, Saronno (VA) e-mail:bottega@ilsandalo.eu
Top